Articoli

Csr "Il Faro"

Il Centro Socio Riabilitativo “ Il Faro” ,  è costituito da due tipologie di strutture : una Struttura  Diurna e una a carattere Residenziale per l'accoglienza di persone con disabilità (del Distretto Sud- EST – ZONA SOCIALE DI CODIGORO), per le quali non è stato possibile prevedere , in alcun modo, forme di inserimento al lavoro, né normale , né protetto.  IL CSR rispetta i requisiti di autorizzazione al funzionamento definiti della delibera di Giunta della Regione Emilia Romagna n° 564/2000 e i requisiti previsti dalla Delibera di Giunta n° 514/2009 in materia di accreditamento dei servizi sociosanitari.

Il Centro ha una ricettività  rispettivamente di n 25 posti per il centro diurno e di 11 per la struttura residenziale.

Le attività che  si svolgono all’interno del CSR hanno come obiettivo principale quello di affermare, nel rispetto della dignità e della libertà della persona, l’osservanza dei seguenti principi:


· Presa in carico dell’utente, in riferimento al suo ciclo di vita (attuale ambiente di vita, richieste e bisogni) in modo uniforme, globale e flessibile, di concerto con la famiglia;
· Eguaglianza di ogni utente nel ricevere i trattamenti necessari più appropriati, senza discriminazioni di sesso, di religione, appartenenza etnica;
· Qualità e appropriatezza dei trattamenti
· Continuità e regolarità delle prestazioni
· Condivisione con utenti e familiari dei progetti individuali (PEI);
· Tutela della privacy
All’interno del centro, per ogni utente, vengono stesi e periodicamente verificati dall’equipe, il Progetto Educativo Individualizzato, tenendo conto dell’individualità di ogni singolo utente, dei suoi bisogni, dei suoi limiti, ma anche delle abilità realmente possedute o emergenti sulla base della valutazione e della diagnosi funzionale.

Gli interventi con gli utenti vengono attuati secondo una metodologia e delle tecniche di educazione strutturata.
Tali tecniche sono impiegate per organizzare l’ambiente fisico, sviluppare il calendario delle attività anche attraverso agende per immagini, attuando trattamenti occupazionali, utilizzando materiali organizzati con aiuti visivi al fine di sviluppare abilità e permettere alle persone con disabilità di usare in modo indipendente le abilità possedute.
Il progetto ri-abilitativo prevede un intervento integrato dei tecnici dell’èquipe con i familiari, affinché attraverso una collaborazione reciproca si utilizzino le stesse modalità educative e si realizzi il processo di generalizzazione, che consenta di applicare nella vita di tutti i giorni le abilità apprese all’interno del Centro.

Le attività sono state pensate per creare condizioni di pari opportunità e favorire e potenziare abilità già acquisite e da acquisire, poiché si ritiene importante sviluppare una filosofia dell’autonomia che non sia unicamente sinonimo di indipendenza , ma bensì un atteggiamento nei confronti della vita, in un certo senso un tratto personale che ognuno può acquisire e sviluppare.